sabato 17 agosto 2019
23.10.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Rugby: l'Imperia Seniores strapazza il Tigullio Rapallo

Vittoria straripante per i ragazzi del capoluogo. Se il calcio piange il rugby ride...almeno quanto a risultati.

Domenica 21 ottobre Imperia Rugby seniores vince e convince a Recco di fronte al Tigullio Rapallo. Un 34 a 5 con punto di bonus per aver segnato più di quattro mete. Il tutto di fronte ad una squadra che, di fatto, è una succursale del validissimo vivaio recchelino, con squadra principale in serie A1.

La soffice pelouse del sintetico levantino ha visto gli imperiesi convinti nel gioco alla mano ed attenti nello sviluppo della giovane mischia. La formazione imperiese è stata schierata così dal coach Perrone: Correddu, Barbotto, Oreggia, Vazio, Ferrua, Delbecchi, Novaro (cap), Minniti, Castaldo, Lanteri, Semeria, Cuppari, Pozzati, De Masi, Roggero. Si segnala l’esordio dal primo minuto di Agostino Minniti, veloce e compatto, già ala, a comporre con Delbecchi una coppia di flankers che devono sopperire con il dinamismo alla mancanza di esperienza. Si è comunque fatta sentire l’assenza di De Castro, anche se nel pacchetto di mischia hanno lavorato bene anche l’immenso Vazio, Ferrua al rientro agognato dopo un lungo infortunio e il suo immediato sostituto Salaris. Come dire, c’è del buono anche in seconda linea, in attesa del recupero di MDB, il marchio che Marco Del Bon metterebbe su tutte le partite.

La partita in sé è vissuta sulla superiorità imperiese nel gioco alla mano, provato e riprovato al Pino Valle in sessioni di allenamento a  tutto campo, con larga partecipazione anche di esperti veterani come Luigino Ardoino e Don Klaus Warns. Pronti, via ed è subito segnatura dell’”Invisibile” Roggero involatosi in seguito ad azione sul calcio di avvio. Segue un momento fortemente tattico, legato ai calci di spostamento. Anche in questo caso giganteggia Roggero con il piede caldo. Quando coach Perrone decide di abbandonare il gioco al piede, il “footy” degli austrialiani, per intenderci, ecco che De Masi va in meta al largo. Il primo tempo si chiude con la concreta percussione in meta “Pozzati-style”.

Va detto che lo stesso Pozzati aveva ben due compagni a sostegno. Ha avuto cuore per tagliare la difesa avversaria, però allo stesso tempo c’era la squadra pronto a seguirlo: un premio personale a tanto sacrificio contro Savona, ma anche un banco di prova per il futuro immediato. Primo tempo, 19-0 per Imperia. Nel secondo tempo c’è la reazione dei locali, che vanno in meta con un’azione di touche a favore: molti imperiesi sono assorbiti nella maul e così c’è superiorità levantina al largo. Cinque punti non trasformati. La reazione è punitiva: vanno in meta ancora i gabbiani imperiesi, colpendo nel ventre molle avversario…prima De Masi, poi il calcio di Castaldo per i tre punti, infine Roggero, ancora attento a fine partita per un intercetto che lo porta nella terra promessa. 34 a 5 finale, ma coach Perrone contento, ma non soddisfatto. La partita in fondo non è stata così spettacolare e il gioco non cresce ancora di livello.

La mischia ha in prima linea qualche cambio: entra Alain Oliviero e l’altro esperto Nicola Berio, che va tallonatore con Barbotto al posto di Correddu. Si attende anche l’esordio del coriaceo Jefferson De Quadros, molto allenato in questo periodo. Mirko Oreggia canta e porta la croce, anche con una penalità di dieci minuti. Fra gli entrati a partita iniziata menzione anche per Mela, che rientra nel campo dove si era infortunato.  Castaldo con Mela ed il ginnico Carli, ancora in carenaggio, potranno costituire alternative in cabina di regia, come nelle più organizzate squadre di alto livello.

Di fatto si pensa con serenità alla prossima partita contro Saluzzo al Pino Valle ad Imperia, il 28 ottobre alle 14.30. Da vedere, ci sarà spettacolo,  si spera. Intanto esempi di figure come Correddu, Minniti e altri che da poco tempo giocano a rugby, pur con valida preparazione fisica, non può che rendere inevitabile ricordare che chi vuole provare a giocare, anche per la propria forma, è ben accetto al Pino Valle, lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 19.30 in avanti.

SERIE C  GIR. TERRITORIALE II GG. ANDATA

DB Group La Spezia – Asti  12/13

Tigullio Rapallo – Imperia  5/34

C&C Shipping Solution Amatori Genova – Cffs Cogoleto  0/62

Savona – Saluzzo  25/0

CLASSIFICA: Cogoleto  10, La Spezia e Savona 6,  Asti/B 4,  Imperia 2,  Saluzzo 0, Amatori – 4, Rapallo – 8.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo