giovedì 18 luglio 2019
26.01.2013 - VALERIO GAMBACORTA

Ventimiglia: il Mercato coperto non "a norma"?

Come riportato dal "Secolo XIX", questo sarebbe il responso di una perizia tecnica sollecitata dal Commissario Prefettizio dott. Bruno: "mancato rispetto delle condizioni di sicurezza e igiene nella struttura".

Mettere "in sicurezza" lo stabile costerebbe circa Euro 200.000. Monta la rabbia dei titolari di posti fissi nella struttura del Mercato coperto di Ventimiglia: "Ne paghiamo circa 300.000 l'anno solo per l'occupazione del suolo pubblico!".

D'altro canto accanto ai titolari di posti fissi vi sono anche una quarantina di "campagnole" che vengono a vendere direttamente i prodotti del proprio orto. Insomma, il Mercato coperto ventimigliese è una piccola/grande realtà che ora si interroga su quello che potrebbe accadere in virtù di questa constatazione dell'Ufficio Tecnico. Spostarsi in attesa che vengano compiuti i lavori di messa in sicurezza potrebbe essere una soluzione. Si, ma dove?

I commercianti tra l'altro lamentano da tempo, a margine di questa situazione, la concorrenza fatta loro (giusto sul confine) da quelli che definiscono gli "abusivi" dell'ortofrutta, che vendono i loro prodotti con bancarelle piazzate, appunto, abusivamente sul confine tra i due Stati senza pagare nulla in termini di concessioni.

 

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo