lunedì 16 maggio 2022
18.10.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Ventimiglia: "Il "Marco Polo" è "sgarrupato"...ecco perchè scioperiamo!"

"Aule fatiscenti, bagni sempre sporchi e maleodoranti, un plesso scolastico non a norma nell'accoglienza dei disabili". Queste le parole raccolte tra i ragazzi che stamane si sono rifiutati di entrare nelle aule dell'Istituto Professionale per il Commercio sito in Via Roma, dando inizio allo sciopero.

Il classico striscione appeso e tanti ragazzi che sembrano essersi "riappropriati" di una scuola, in fin dei conti, "fatta" principalmente da loro.

Il loro portavoce Stefano Satriano scende e ci spiega ciò che gli ha spinti stamane a rifiutarsi ad entrare: "La scuola è riniziata da circa un mese ma, purtroppo, siamo alle solite...I bagni perennemente con qualche problema e maleodoranti, le finestre rattoppate un po' come si riesce per evitare che le infilatrazioni meteoriche danneggino gli spazi interni, le porte d'ingresso delle aule sprovviste di maniglie. Ma quel che più è grave, secondo me, è l'assenza di sensibilità nei confronti dei disabili. Da noi ve ne sono quattro. Purtroppo la scala antincendio non è a norma in tal senso. Dovessimo per qualche ragione abbandonare l'Istituto loro avrebbe serie difficoltà a farlo...

C' è da dire che il nostro Preside ha mostrato un atteggiamento positivo nei confronti delle nostre proteste. In tal senso al più presto verrà riaperta un' aula relax da tempo chiusa che verrà principalmente destinata proprio ai disabili e presto verrà inaugurata una nuova "Aula Magna" intitolata all'ex Preside Petrognani". Il probema per le altre cose è dato, fondamentalmente, dal fatto che tutto è in mano alla Provincia".

Già ma quale Provincia? I ragazzi, circa trecento, pur avendo una patente di "disinteressamento" alla politica sono al corrente dei giochi di potere che stanno, pare, portando la Provincia di Imperia all'accorpamento con quella di Savona.

Di qui le preoccupazioni.

Al termine della protesta una delegazione degli studenti guidata da Stefano
Satriano è stata ricevuta dal Preside della scuola che, mostrandosi sensibile
alle richieste sollevate, si è impegnato a sollecitare nuovamente gli enti
preposti per ottenere finalmente gli interventi di ristrutturazione e
consolidamento necessari per l’istituto. La Provincia verrà sollecitata anche per la realizzazione di una via d’evacuazione per i disabili presenti all’interno dell’istituto.

Gli studenti del "Marco Polo" rimangono comunque vigili e pronti a nuove
mobilitazioni in difesa della loro scuola e del loro futuro.

Rammentiamo come l'Istituto Professionale in questione già questa Estate sia stato al centro dei nostri approfondimenti per la nota vicenda dell'eventuale soppressione della sua ultima classe (quella della maturità per intenderci), poi scongiurata...

Ma si era anche paventato un "trasferimento" dei ragazzi maturandi a Genova se non a Chiavari, stante l'assenza in Provincia di un Istituto con simili caratteristiche.

 

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo