lunedì 24 giugno 2019
18.11.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Fermate in Val Roja: “E' stata una manovra unilaterale”

L’Assessore regionale all’Urbanistica Gabriele Cascino, intervistato da PonenteOggi, Sabato sera a Sanremo, non usa "giri di parole" per definire la "sostanza" della decisione presa dalla Regione Piemonte per la linea Cuneo/Ventimiglia.

“Purtroppo la Regione Piemonte ha posto in atto una vera e propria spendine rewiev unilaterale senza “ascoltare” quelle che potevano essere le esigenze e le necessità della Regione Liguria, in una linea fruita da pendolari e studenti. Anche il tavolo di lavoro di Cuneo è andato disertato da parte dell’Assessore ai Trasporti Bonino. Speriamo veramente che ci siano ancora margini di trattativa, in tal senso il collega Vesco (Assessore regionale ligure ai Trasporti) saprà farsi trovare pronto” – queste le parole dell’Avvocato Gabriele Cascino, neo Assessore all’Urbanistica regionale ligure.

Parole che sposano il pensiero del collega Avvocato Marco Mazzola, Sindaco di Olivetta San Michele (una delle fermate a rischio “taglio” insieme a Bevera ed Ajrole sulla linea Cuneo/Ventimiglia) il quale a margine della manifestazione che Sabato ha portato cittadini e autorità  - circa trecento persone complessivamente - a Breil per un pubblico incontro, ha dichiarato: “Non comprendo quali risparmi di spesa comporterebbe la soppressione delle fermate di Bevera, Airole ed Olivetta San Michele, visto che non esiste personale delle ferrovie al loro interno; il preteso risparmio del tempo di percorrenza (nell'ordine di 10 minuti nella malaugurata ipotesi della soppressione di tutte e tre le fermate) è certamente recuperabile e, comunque, ben inferiore rispetto al tempo che veniva impiegato per le fermate doganali di Breil e Limone (ora soppresse). Mi pare, pertanto, che la preannunciata soppressione sia un provvedimento privo di senso e palesemente in contrasto, ancora una volta, l'ennesima oramai, con le esigenze del territorio."

Prima che venga “calendarizzato” il nuovo orario invernale, con la definitiva soppressione di parte delle fermate della Val Roja (su territorio italiano, ma anche francese ricordiamo – Vievola, Breil e La Brigue – Saint Dalmas), è previsto nei prossimi giorni un ulteriore abboccamento tra le Regioni Liguria e Piemonte.

Accadrà qualcosa?

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo