sabato 25 maggio 2019
15.02.2013 - REDAZIONE

Dalla Borsa Internazionale del Turismo un manifesto di "valori"

E' questa l'indicazione emersa a Milano alla B.I.T. - Borsa Internazionale del Turismo - cui, ovviamente la Liguria si è subito associata: investire sul turismo come risorsa aggiunta.

"Il turismo del XXI secolo è un fattore di crescita della democrazia e del vivere civile, questo è il senso del nostro comune agire, questa è la responsabilità storica che abbiamo. In questi valori e finalità risiedono le migliori chance di successo della marca Liguria e dell'Italia e di una strategia di valori comune per sviluppare l’“incoming all season”, cioè la destagionalizzazione dei flussi turistici  lungo tutto l'arco dell'anno.

E’ un passaggio-chiave del Manifesto dei valori e delle finalità del turismo lanciato dalla Regione e dall’agenzia “In Liguria” alla Bit-Borsa Internazionale del Turismo di Milano.

Una iniziativa di sensibilizzazione sottoscritta a ottobre dal presidente Claudio Burlando, dal presidente Enit Piergiorgio Celli e dall’assessore Angelo Berlangieri , poi da Anci, da tutte le Pro Loco  liguri, dal mondo del turismo  e inviata a tutti i comuni liguri per l’adesione. Il manifesto è stato inviato anche  ai vertici del’Unione Europea, al Governo italiano e a tutte le altre regioni.

Nei dieci punti del manifesto del turismo della Liguria , che si può sottoscrivere in versione integrale nel sito www.liguria.ilturismochevorrei.it  e www.liguria.conferenzaturismo.it, il documento affronta, fra gli altri punti, la prospettiva di un raddoppio del Pil e dell’occupazione turistica nei prossimi dieci anni , il rapporto turismo-cultura, le imprese turistiche per generare e distribuire ricchezza, l’economia del turismo del XXI Secolo come fattore sociale rilevante ed economia integrata, la semplificazione delle norme, l’innovazione, l’ascolto e la partecipazione, la condivisione di valori e finalità.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo