mercoledì 25 novembre 2020
08.03.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Ventimiglia: in Comune un po' di "cassa" con gli oneri cimiteriali

Come già anticipato un mese fa nella conferenza stampa di insediamento dei Commissari prefettizi, chiamati a reggere le sorti del comune frontaliero nei prossimi diciotto mesi, negli uffici dello "stato civile", da qualche giorno a questa parte, si è dato il "via" ad una procedura di recupero crediti legata alle concessioni cimiteriali non sanate nel corso degli ultimi anni (le concessioni per i loculi vengono date a scadenza di 25/50 anni).

Da una prima "statistica", sulla base dell'affluenza di chi si è prontamente recato in Comune per ovviare alle precedenti mancanze e sulla base di chi, per forza di cose (trasferimenti all'estero, nessun parente, ecc) non potrà porre rimedio a questa che potremmo considerare una sorta di "mora" sui generis (in tal modo liberando "spazi" a favore di nuovi concessionari), si potrebbe arrivare a raccogliere alla fine dell'iter burocratico una somma pari ad Euro 500.000,00.

I defunti spostati dai loculi verranno collocati in ossari comuni, nel rispetto comunque loro dovuto.

Un mese fa, sempre in conferenza stampa, si era anche vociferato di pensare ad una riapertura di una camera mortuaria in Ventimiglia (un servizio assente da circa quindici anni con la chiusura del Santo Spirito come Ospedale) proprio utilizzando parte del danaro raccolto con le concessioni scadute.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo