domenica 25 agosto 2019
23.04.2012 - Alice Borutti

Sappa rompe il silenzio stampa sulle istanze del Pd ma tace sul Porto

In seguito alla richiesta di dimissioni avanzata dal PD, stamane Luigi Sappa, Presidente dell'Amministrazione Provinciale, ha ricevuto alcuni giornalisti per discutere delle richieste avanzate dal gruppo consigliare del PD. Rispondendo per punti ha innanzitutto chiarito che non ravvisa intende dimettersi perchè ha ancora il pieno appoggio della maggioranza così risultante dalle ultime elezioni e che se non ha conferito la delega al turismo a nessuno della giunta è solo perchè non si sa cosa accadrà alle competenze precipue della Provincia in seguito al riordino degli Enti, stesso discorso per quanto riguarda una modifica della pianta organica del personale impiegato presso l'Amministrazione Provinciale e per i suoi Dirigenti (pari come numero a quelli delle Provincie di Spezia e Savona sommati n.d.r.).

Alle domande dei giornalisti presenti su cosa pensasse delle mancate dimissioni di Paolo Strescino ha affermato “un mandato elettorale si porta avanti quando c'è ancora la propria maggioranza”, mentre si è rifiutato categoricamente di rispondere alle domande sulla sua versione dei fatti giudiziari del Porto di Imperia.

A proposito della discarica di Collette Ozotto, di fatto diventata la discarica provinciale in deroga, ha ricordato che la proposta del suo ampliamento passò nel 2010, l'anno dell'emergenza conseguita alla chiusura di Ponticelli (per la cui vicenda sono stati rinviati a giudizio l'ex Presidente della Provincia, Gianni Giuliano, l'Assessore allora all'Ambiente, Alberto Bellotti, e i due avvocati Sfamurri e Barla) votata all'unanimità. Un giornalista ha però sollevato la questione che la scelta dell'Amministrazione sarà stata “politicamente” condivisa all'unanimità ma non certo condivisa con i cittadini di Taggia, tant'è che il vaglio di altre soluzioni e il secco “no” a Collette Ozotto è presente nel programma di tutti i candidati Sindaco di Taggia. Sappa ha replicato che è indubbio che ci sia stata disinformazione nei confronti dei cittadini taggesi ma che non c'erano altre vie d'uscita.  

In arrivo il filmato integrale

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo