domenica 25 agosto 2019
26.04.2012 - REDAZIONE

Regione: via libera alla proposta del Pdl sui "libri elettronici"

Gasco, Scajola e Garibaldi, promotori dell’iniziativa dichiarano: “grande soddisfazione, questo provvedimento rappresenta un passo avanti importante per le scuole liguri”.

“Con questo provvedimento abbiamo messo il sistema scolastico ligure al passo con i tempi, abbiamo adeguato il  sistema normativo regionale scolastico con le direttive nazionali che per il 2012-2013 prevedono l’inserimento di sistemi digitali all’interno delle scuole. La legge infatti stabilisce l’utilizzo in tutte le scuole delle lavagne multimediali, l’istituzione di una piattaforma informatica nel portale Giovani in Liguria che consentirà di mettere in rete tutte le scuole liguri e la possibilità di promuovere accordi con privati e fondazioni per l’acquisto delle tavolette e-book da distribuire ai giovani studenti liguri”. Lo ha dichiarato, esprimendo grande soddisfazione, il consigliere regionale del Pdl Roberta Gasco,  prima firmataria della Proposta di Legge che questa mattina è stata approvata all’unanimità dal Consiglio regionale  che prevede l’Istituzione di un a piattaforma informatica per la realizzazione e l’adozione dei libri di testo elettronici nelle scuole liguri.  

I consiglieri regionali del Pdl Gasco, Scajola e Garibaldi, che hanno portato avanti in questi mesi il progetto, hanno tenuto a ringraziare nei loro interventi il Vice Presidente del Consiglio regionale Michele Boffa che durante i lavori sulla proposta di legge della V Commissione Cultura, Formazione e Lavoro ha dimostrato grande disponibilità ed apertura.

Scajola ha rimarcato: “una legge che va a colmare un vuoto legislativo che esisteva nella nostra regione. Un provvedimento che modernizza la scuola ligure e che garantisce servizi di innovazione importanti a studenti ed insegnanti oggi più che mai chiamati a confrontarsi con le moderne tecnologie che potranno anche servire a dare maggiore motivazione nell’ affrontare il percorso scolastico”.

Garibaldi ha voluto sottolineare: “ il percorso è stato lungo visto che è partito, di fatto, già dalla precedente legislatura con iniziative consiliari che in parte furono già recepite dalla legge 18.   La mia soddisfazione oggi è quella di essere riusciti ad approvare una legge specifica che si proietta  e proietta i nostri giovani nel futuro. Il problema delle risorse economiche a mio parere non deve essere limitante considerato che, se come ha dimostrato in questi mesi, la Giunta regionale crede in questo progetto la questione economica passa in secondo piano. La Giunta deve farsi carico di questa iniziativa perché il futuro della scuola passa anche da qui”. 

Roberta Gasco spiega: “la legge di questa mattina è frutto di un ottimo compromesso, anche se la nostra proposta iniziale era più incisiva e concreta. Tocca tre aspetti importanti: i libri costano e quindi rappresentano un carico economico per le famiglie soprattutto in un momento di crisi come questa molto forte, i libri pesano e nel tempo la pesantezza degli zainetti poteva pregiudicare il corretto sviluppo dei ragazzi, i libri sono fatti di carta con conseguenze di impatto ambientale non indifferente. La diffusione di nuove tecnologie nella scuola può consentire di limitare queste problematiche. Non dimentichiamo che queste sono utili anche per assicurare nuove possibilità di inclusione e sostegno a ragazzi con problematiche. Inoltre il provvedimento prevede la formazione degli insegnati che su questo progetto hanno dimostrato una lodevole apertura”.

Concludono i tre esponenti del Pdl Gasco, Scajola e Garibaldi: “ Siamo convinti che al di là delle difficoltà economiche questo provvedimento troverà applicazione su tutto il territorio ligure al contrario di quanto accaduto per altre leggi, l’approvazione di questa norma è un segnale di grande innovazione per il comparto scolastico ligure, un segnale di europeismo e modernità che in Liguria si aspettava da tempo”.

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo