domenica 25 agosto 2019
04.10.2011 - Donatella Lauria

Liguria, una nuova legge a favore degli stabilimenti balneari in difficoltà

E' la proposta che arriva dalla vice presidente della Regione Liguria Marylin Fusco. In progetto un disegno di legge per aiutare il settore balneare in difficoltà.

Un decreto che modifica le norme sulle concessionia demaniali per gli stabilimenti balneari contro il rischio della messa all’asta, in vista della scadenza nel 2015 imposta dalla Commissione Europea ai Paesi con la direttiva Bolkestein.  “Sarebbe auspicabile”, ha detto la vicepresidente e assessore all’urbanistica della regione Liguria Marylin Fusco, durante l' inaugurazione della Mostra sui 150 anni di imprese sul mare. E in attesa del Governo, la Regione Liguria rinnova l’appello a comuni e categorie e imprese balneari che hanno bisogno di garanzie sulla durata delle concessioni, senza le quali è impossibile mettere in atto qualunque tipo di investimento atto a migliorare l’offerta turistica. E anticipa il varo di un disegno di legge per aiutare il settore balneare in difficoltà e colpito anche da un sensibile calo di presenze. “A parte le problematiche sulla scadenza, la Regione Liguria vuol dare comunque un segnale per tutte le altre problematiche, che riguardano l’uso delle spiagge libere attrezzate, far crescere il numero gli stabilimenti aperti anche nei mesi invernali, quando il clima lo consente, per favorire la de-stagionalizzazione, il riordino delle attrezzature per la balneazione, semplificare le procedure”, ha spiegato la Fusco che prossimamente promuoverà un tavolo tecnico con comuni e operatori balneari.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo