venerdì 23 agosto 2019
22.11.2011 - Donatella Lauria

Aumenti dei biglietti e soppressione dei treni in Liguria, lo sdegno della Lega Nord

Rixi, consigliere regionale della Lega: "la Regione manda il trasporto delle ferrovie allo sbando"

E’ di questi giorni la notizia che dal primo gennaio 2012 gli abbonamenti ferroviari aumenteranno del cinque per cento ed i biglietti giornalieri del dieci. In contemporanea verranno ridotti i treni del sabato e della domenica, mentre il l’EurostarCity delle 19.00 da Brignole per Roma non effettuerà più le fermate di Rapallo e Chiavari.

 

Edoardo Rixi, Capogruppo della Lega Nord in Regione Liguria, dichiara “La Giunta Regionale sta portando il trasporto ferroviario allo sbando. Con aumenti del cinque e del dieci per cento, e siamo solo ad inizio anno, si va a colpire i lavoratori pendolari, andando così ad innescare un circolo vizioso che renderà poco redditizio venire a lavorare a Genova, con tutto ciò che logicamente ne conseguirà. Allo stesso tempo” continua l’esponente del Carroccio “da un lato si riducono i treni del sabato e della domenica, aggravando così la situazione del comparto turistico già provato dalla crisi economica, dall’altro si annullano le fermate di Rapallo e Chiavari dell’EurostarCity delle 19.00, che viene utilizzato sia dai turisti che dai pendolari.”

 

“Siamo all’assurdo” conclude Rixi “ed auspico che la Giunta Regionale di sinistra abbia la saggezza e l’umiltà di tornare su queste decisioni estremamente autolesioniste per l’economia ed i lavoratori liguri. A tal fine ho preparato un Ordine del Giorno che presenterò in Aula martedì 22.”

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo