domenica 25 agosto 2019
23.09.2011 - Lorella Gavazzi

Ambiente, a Ventimiglia una raccolta differenziata per lo smaltimento dei rifiuti umidi

Dal 1° ottobre fino al 31 dicembre prossimi, in via sperimentale e a costo zero per il Comune, sarà attivata a Ventimiglia una specifica raccolta differenziata per lo smaltimento dei rifiuti umidi. Il tutto, se gli esiti saranno positivi, potrà portare ad una diminuzione delle tariffe Tarsu.

Il progetto si è reso possibile grazie all’autorizzazione che ha avuto il centro provinciale di raccolta rifiuti di Arma di Taggia, al quale è stata data la concessione per trattare l’umido. Luogo dove la Docks –ditta appaltatrice per Ventimiglia- potrà portarlo.

Si inizierà con circa 7 grandi utenze (bar-ristoranti) poste nel territorio della città di confine e, a partire dal 2012, lo stesso sistema dovrebbe essere esteso a tutti gli altri locali della zona.

Soddisfatto l’assessore all’Ambiente di Ventimiglia Andrea Spinosi, promotore dell’iniziativa.

“Il procedimento –spiega- servirà in buona sostanza ad aumentare la raccolta differenziata, con una risparmio sui costi di discarica e, conseguentemente, con la possibilità di ritoccare al ribasso le tariffe Tarsu”.

A completamento di ciò, vincendo una gara provinciale, il comune di Ventimiglia si è aggiudicato 440 compostiere -che potranno essere richieste gratuitamente dai residenti della città di confine mediante un bando consultabile sul sito del Comune- per smaltire i rifiuti umidi o provenienti dallo sfalcio di erba o da piccole potature.

Le compostiere, oltre a dare la possibilità di aumentare la raccolta differenziata, permetteranno di diminuire la tassa rifiuti da parte di coloro che se le aggiudicheranno, tramite un controllo  dell’assessorato preposto che verificherà costantemente il corretto utilizzo.

Lorella Gavazzi


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo