domenica 21 luglio 2019
05.01.2012 - Lorella Gavazzi

Ventimiglia, all'ex Dirigente Rai Mario Raimondo il premio San Michele

E' stato assegnato a Mario Raimondo il “Premio San Michele” edizione 2012 organizzato dal Circolo Culturale Porta Marina e dalla Parrocchia di N.S. Assunta.

Una scelta unanime per la giuria che, al ventimigliese Raimondo, ha riconosciuto tutte le particolarità insite nel premio, nato per essere attribuito a persone che, con  la loro attività, si sono particolarmente distinte nel divulgare, promuovere la cultura, le tradizioni, la storia di Ventimiglia e che  hanno portato lustro alla città.

Mario Raimondo nativo di Ventimiglia, dove da diversi anni trascorre la sua vita dopo la meritata pensione, è giornalista professionista dal 1959. Studioso e illustre critico teatrale, settore nel quale ha fondato nel 1949 con Edmo Fenoglio il Centro Universitario Teatrale di Torino, ha collaborato con Ignazio Silone all’Associazione per la Libertà della Cultura, è stato critico e divulgatore teatrale per vari periodici italiani e stranieri.

Dal 1968 al 1994 lavora in RAI con funzioni dirigenziali, di Ricerca e Sperimentazione presso Radiotre e Raidue, contribuendo alla realizzazione di video, fiction e grandi sceneggiati, anche su importanti personaggi storici, e, naturalmente, anche di film prodotti dalla RAI.

Oltre che Consigliere Delegato per il Piccolo Teatro di Milano sotto la direzione di Giorgio Streheler, dal 1987 ha diretto la Sede Regionale RAI della Lombardia e dal 1996 al 2003 è stato Direttore della Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano.

Attualmente è Consulente della Fondazione Scuole Civiche di Milano, mantiene relazioni con vari Enti nazionali ed è figura di rilievo della vita culturale ventimigliese.

Ultimo suo impegno nell’autunno 2010 è stato il Corso di Recitazione presso il Laboratorio Teatrale del Centro di Aggregazione Giovanile voluto dall’Amministrazione nella Città Alta, conclusosi nel maggio 2011 con un’emozionante messa in scena dell’Amleto di William Shakespeare interpretato da giovani nella ex-chiesa di San Francesco.

Da ligure “doc”, Mario Raimondo è una persona semplice, schiva e non ama mettersi in luce. Ma, uomo dall’intelligenza vivace e attenta e dotato inoltre di valori morali e sociali, è sempre disponibile, e collabora con piacere a tante iniziative del comune, enti, circoli di Ventimiglia  in veste di giurato, critico letterario, presentatore, divulgatore di eventi

Tornato a vivere nella sua città che ama profondamente Mario Raimondo continua quindi ad operare attivamente per promuovere e divulgare il piacere di conoscere e amare il teatro, la recitazione, l’arte cinematografica. A questo illustre ventimigliese sarà consegnato il riconoscimento il prossimo 6 gennaio alle ore 15 e 30 presso la chiesa di San Michele del borgo antico di Ventimiglia.

 Lorella Gavazzi

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo