mercoledì 19 dicembre 2018
27.09.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Regione: una sfida? Rilanciare il turismo

La Liguria si siederà al tavolo degli "Stati Generali" del 10 Ottobre con questo obiettivo: rilanciare il turismo. Rilanciando il turismo, infatti, non potrà che riprendere il volo l'economia.

Stati generali del Turismo in Liguria, con la Conferenza Regionale “Liguria Turismo Bottom-up - Il nuovo piano triennale per crescere all season”, mercoledì 10 ottobre 2012, all’Auditorium “Eugenio Montale” del Teatro Carlo Felice, a Genova.

Una giornata di confronto con imprese, operatori, associazioni, giovani istituzioni del territorio che conclude il lavoro fatto per il Piano Turistico Triennale.

“Il risultato di un ampio e articolato processo di ascolto”, spiega l’assessore Angelo Berlangieri. La Regione, insieme con l’Agenzia “In Liguria”,  ha definito  il piano  via web, adottando una metodologia “ bottom-up”   con il coinvolgimento e la partecipazione attiva di tutte le categorie interessate, vacanzieri compresi.

Dalla messa on line il blog ha totalizzato oltre 5 mila visite.

Con il blog www.liguria.ilturismochevorrei.it   si è voluto favorire la partecipazione “dal basso” e “   responsabilizzare operatori pubblici e privati nelle scelte da compiere per la realizzazione del piano turistico triennale, attraverso un confronto aperto , valorizzando l’esperienza del singolo a vantaggio della collettività.

  Prima in Italia la Regione Liguria ha scelto di elaborare il Piano triennale del Turismo applicando la filosofia  web 2.0, individuando la rete come luogo di ascolto ancora prima che luogo di comunicazione o promozione.

Per trovare altri modelli di progettazione  simili bisogna guardare verso altri settori, i casi della Barilla con il progetto partecipativo “Il mulino che Vorrei” o quello della piattaforma “500 Wants You” lanciato nel 2006 dalla Fiat per coinvolgere le persone nella progettazione della nuova fiat 500.

 Fra  i temi  affrontati dal blog e dalla Conferenza Regionale  le tipologie dei “prodotti turistici” del territorio, le imprese e gli operatori, le professioni turistiche.

Altri riguardano l’ accessibilità ,la mobilità dei turisti. Con  priorità  per l’aeroporto, i servizi su gomma, la viabilità interna, treni e servizi via mare , l’organizzazione turistica per quanto riguarda la governance, le strutture e le modalità scelte da un territorio per strutturarsi come destinazione turistica. Al Carlo Felice si parlerà dell’Osservatorio, dell’Agenzia In Liguria e dell’organizzazione turistica del territorio, l’informazione e accoglienza, con i modelli, strutture, politiche  e strumenti per migliorare il sistema di informazione e accoglienza della destinazione Liguria. Gli altri temi del progetto riguardano i mercati italiani ed esteri sui quali puntare, le strategie da adottare per aumentare l’internazionalizzazione del turismo ligure,  il web, la comunicazione e la promozione.

Fra  i partecipanti alla Conferenza Regionale del Turismo anche il presidente dell’ Enit Pier Luigi Celli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo