lunedì 27 maggio 2019
21.01.2012 - Alessandra Chiappori

Pesca: in Liguria arrivano i GAC, gruppi di azione costiera

Sviluppo sostenibile e rilancio del settore: le date degli incontri divulgativi dei prossimi giorni in tutta la Regione

Il comparto pesca in Liguria

GAC, ovvero Gruppi di Azione Costiera composti da pescatori e acquacoltori che, in stretta collaborazione con gli altri attori economici, potranno diventare protagonisti del rilancio del comparto pesca. Valorizzare il prodotto e tutelare il patrimonio naturalistico e ambientale: queste le linee guida di un progetto realizzabile solo attraverso l’integrazione della pesca con altri scenari economici di rilievo, in particolare il turismo, e grazie alla cooperazione con altre zone di pesca in Italia o oltre frontiera, per scambiare esperienze e pratiche di successo.

Sarà questa la conseguenza concreta dell’approvazione  del bando per l’attuazione in Liguria dell’Asse 4 del FEP – Fondo Europeo per la Pesca - pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione il 14 dicembre 2011. L’Asse 4 si inserisce nel programma 2007-2013 del FEP portando, rispetto al programma precedente, la novità legata allo “Sviluppo sostenibile delle zone di pesca”, cercando cioè di ripercorrere in via sperimentale sulle zone costiere la stessa esperienza portata avanti in ambito agricolo per lo sviluppo delle zone rurali, che aveva visto la creazione dei GAL (Gruppi di Azione Locali).

Negli ultimi anni il valore ambientale ed economico delle aree costiere è tornato a occupare gran parte dell’attenzione non solo dei diretti interessati, che lamentano problematicità in crescita, ma anche dell’Unione Europea. Si punta su uno sviluppo sostenibile e integrato con le attività economiche di rilievo di ciascuna zona, l’unica via, secondo Bruxelles, per riattivare il settore e creare nuove occasioni e opportunità per gli operatori della pesca e dell’acquacoltura. Non si tratta di interventi individuali come nel resto del FEP, ma di azioni che sostengano le intere zone di pesca e le comunità che ruotano intorno a queste aree.

I Gruppi di Azione Costiera saranno creati proprio con lo scopo di individuare gli attori responsabili in questi scenari, che dovranno guidare e incentivare nuove fonti sostenibili di reddito, così come definito nei Piani di Sviluppo Locale previsti dal FEP, in sinergia con gli altri settori. All’interno dei GAC dovranno figurare sia rappresentati della filiera ittica di zona, sia di altri settori, per una collaborazione che dovrebbe favorire, in intesa con l’amministrazione regionale, una mirata strategia di sviluppo locale all’insegna della sostenibilità.

Attenzione alle problematicità locali e alle specificità delle singole comunità legate alla pesca sono tra gli obiettivi generali dell’Asse4, che l’Unione Europea riassume schematicamente così:

-  Mantenere la prosperità economica e sociale di tali zone e aggiungere valore ai prodotti della pesca e dell’acquacoltura;

-  Preservare e incrementare l’occupazione nelle zone di pesca sostenendo la diversificazione o la ristrutturazione economica e sociale nelle zone confrontate a problemi socioeconomici connessi ai mutamenti nel settore della pesca;

-  Promuovere la qualità dell’ambiente costiero;

-  Promuovere la cooperazione nazionale e transnazionale tra le zone di pesca.

Nel bando vengono elencati i requisiti che ogni gruppo e strategia sono tenuti ad avere e sono riportate le aree individuate per implementare la strategia di sviluppo sostenibile, tutte zone in cui si è riscontrata un’incidenza tra il comparto pesca e acquacoltura: zona Ventimiglia-Sanremo-Imperia; zona Loano-Finale Ligure-Bergeggi; zona Camogli-Sestri Levante; zona Cinque Terre- Spezia.

Queste le date che la Regione Liguria ha deciso di dedicare a incontri divulgativi sull’attuazione del bando, in tutte le province:

- 24 gennaio ore 10.00 presso la Camera di Commercio di Imperia - Via T. Schiva, 29 - Imperia

- 26 gennaio ore 10.00 presso Consorzio di Gestione Area Marina Protetta - Via Rainusso, 1 - Santa        Margherita Ligure

- 27 gennaio ore 10 presso la Fondazione S. Antonio - Via Suor Letizia - Noli

- 30 gennaio ore 10.00 presso la Camera di Commercio di La Spezia (Sala Marmori) - Piazza Europa 16 – La Spezia

Maggiori informazioni e link al bando accedendo alla pagina di Agriliguria.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo