lunedì 27 maggio 2019
11.01.2012 - Donatella Lauria

Fisco, solo due comuni della Provincia siglano il patto anti -evasione

Si rinnova in Liguria un piano strategico tra Comuni e Agenzia delle Entrate per combattere l'evasione. In provincia di Imperia hanno detto si Seborga e Triora.

Sono solo due i comuni della nostra Provincia ad avere aderito alla collaborazione con l’Agenzia delle Entrate per il recupero dell’evasione fiscale. Si tratta di Seborga e Triora che si vanno ad aggiungere ai comuni di Genova, Bogliasco, Lavagna, Mignanego, Serra Riccò e Sestri Levante per la provincia di Genova, Albenga, Cairo Montenotte, Ceriale, Noli e Urbe (Savona), e Brugnato, Castelnuovo Magra, e Lerici (La Spezia).

Diverse le iniziative al via per incrementare lo scambio di notizie e l’incrocio delle banche dati tra enti locali e fisco. Finalità: individuare gli evasori e rendere i cittadini sempre più consapevoli che pagare le tasse conviene a tutti.
Nelle varie provincie sono in programma incontri per illustrare a sindaci e amministratori locali la convenzione stipulata tra le Entrate e Anci Liguria. Si parte oggi con Imperia, alle ore 15.30 presso l’auditorium della Camera di Commercio in via Schiva 29, e si prosegue Savona il 13 gennaio, quindi alla Spezia il 17 gennaio. Chiuderà il ciclo la riunione di Genova, prevista per il 20 gennaio.
L’Agenzia delle Entrate, inoltre, ha in programma un intenso ciclo di formazione per i funzionari comunali che faranno parte delle task force antievasione. “I risultati fin qui raggiunti – dice Alberta De Sensi, Direttore regionale della Liguria – sono incoraggianti. Il Comune di Genova è stato il primo a partire, ma altri si stanno aggiungendo, e la rete sul territorio diventa più capillare”.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo