lunedì 14 ottobre 2019
30.04.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Benzina sempre più cara..."cornuti e mazziati"?

Il "detto" popolare ben rappresenta la situazione di chi ogni giorno deve confrontarsi con il "cronico" aumento della benzina...Perchè fare il "pieno" sta diventando un lusso.

Venerdì scorso avevo le lacrime agli occhi.

Uno sfortunato automobilista stava tirando pugni contro il dispositivo "sblocca" pompe cercando di farsi restituire la carta "carburante"...Poi è sgommato via. Dopo cinque minuti ho capito cosa era successo.

Ho fatto benzina (con le solite venti Euro) e come per "miracolo" mi sono ritrovato altri venti euro nel serbatoio. Merito dell'automobilista incazzoso e sfuggente...

Avevo le lacrime agli occhi. E non di gioia. Era commossa anche la mia macchina.

In un anno la benzina è aumentata del 21%, il diesel del 20% (fonti affidabili...quelle Istat). La cosa che fa arrabbiare e ci rende, appunto, "cornuti e mazziati" è la constatazione (dati presi da fonti internazionali) è che il costo del barile di petrolio, ovvero il costo alla "fonte" del carburante è, invece, diminuito in un anno in una "forchetta" compresa tra il punto e i sei punti percentuali!

Dove veniamo "fregati"?

Un 50% dell'aumento precentuale del costo alla fonte proviene dall'Iva, un 27% dalle accise ad essa collegate, poi vi sono speculazione e "cambio" a giocare contro di noi automobilisti.

Insomma...appunto "cornuti e mazziati".

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo