sabato 20 luglio 2019
02.11.2012 - V.G.

Ventimiglia: arrestati due giovani per lesioni e tentato sequestro

La vittima un giovane marocchino di 21 anni. L'arresto effettuato nella notte appena trascorsa dai Carabinieri di Ventimiglia. Di seguito i dettagli.

I Carabinieri della compagnia di Ventimiglia, durante la notte tra l’1 ed il 2 novembre c.a.  hanno tratto in arresto due giovani del luogo di 34 e 28 anni  poiché ritenuti responsabili di rapina, lesioni personali, tentato sequestro di persona e violazione di domicilio aggravata ai danni di un cittadino marocchino operaio di 21 anni. I militari sono dovuti intervenire in frazione Calvo di Ventimiglia dove i due avevano fatto irruzione e picchiato violentemente lo straniero al quale, dopo aver tentato di portarlo con loro contro la propria volontà, gli asportavano un telefono cellulare.

Il giovane finito presso l’Ospedale di Sanremo, è stato successivamente dimesso solo a tarda notte con una prognosi di gg. 20 per escoriazioni ed ecchimosi varie sul corpo. I Carabinieri che avevano intrapreso immediatamente le ricerche dei due, riuscivano dopo poco a rintracciarli e trarli in arresto. La difficoltà maggiore è stata per gli inquirenti giungere al movente che aveva portato i due ad una condotta così violenta vista la loro reticenza. Solo durante la notte è emerso che i due avevano pestato il marocchino per riuscire a scovare un suo connazionale che aveva molestato sessualmente una loro conoscente e poi datosi alla fuga.

Dopo aver lavorato di gran lena per tutta la notte pertanto i Carabinieri, dopo aver sentito la vittima, sono riusciti a rintracciare ed arrestare (tecnicamente operando un fermo di indiziato di delitto) il marocchino di anni 24 autore delle molestie, stando soprattutto il concreto pericolo di fuga, considerato che lo stesso non ha una fissa dimora ed era ospite da qualche giorno del suo connazionale e dopo il fatto si era subito allontanato con i suoi effetti, facendo perdere le sue tracce.

Inoltre ravvisando nella condotta della vittima del pestaggio una corresponsabilità, avendo in qualche modo favorito e contribuito  nella condotta illecita, gli operanti hanno deferito anche quest’ultimo alla competente A.G.

Fortunatamente la donna non ha subito traumi fisici a seguito dello spiacevole evento a parte un forte trauma psicologico derivato dallo spavento e dall’insistenza dell’uomo che l’avrebbe bloccata e palpeggiata prima che la stessa con una manovra repentina riuscisse a divincolarsi e fuggire, mettendo a sua volta in fuga il malfattore.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo