venerdì 26 aprile 2019
22.11.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Ventimiglia: "Colleziono armi acquistate nei mercatini francesi"

Questa la giustificazione addotta da un ventimigliese alla richiesta di fornire spiegazioni sul poderoso arsenale rinvenuto tra le pareti domestiche dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Ventimiglia che avevano accompagnato l'Ufficiale Giudiziario per una operazione di sfratto esecutivo in zona Gallardi.

Tra teche, vetrine ed armadi (oltre ad una vera e propria stanza "museo") gli agenti si sono ritrovati davanti nel pomeriggio di Martedì scorso ad un vero e proprio "luna park" dell'arma da fuoco e dell'arma bianca.

Sequestrati nella fattispecie: un fucile da caccia (regolarmente detenuto, ma ritirato per ovvie ragioni) e quasi duecento cartucce oltre a dieci proiettili da guerra Calibro 9 Moschetto 91; sei proiettili da guerra Calibro 9 con caricatore; un proiettile calibro 7,62 Nato ed un proiettile calibro 7,62 proveniente dai paesi dell’Est, oltre a svariati bossoli della più "strana" provenienza.

Ma non mancavano neppure le armi da taglio: coltelli e lame di varia forma, foggia e provenienza geografica, tra questi si segnala una stella a sei punte, modello "Ninja" e ben due machete...

L'emulo dei protagonisti di tanti film di Tarantino si è difeso una volta rincasato ed interrogato sull'armamentario poi sequestrato dicendo di essere un appassionato collezionista e di aver reperito buona parte del materiale sui mercatini francesi e girando per i "boschi".

Per lui è scattata la denuncia a piede libero per possesso non autorizzato di armi illegali.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo