mercoledì 11 dicembre 2019
25.05.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Stalking "famigliare": a giudizio un ventimigliese

Comparso stamane avanti al Giudice monocratico (dott. P. Luppi) del Tribunale di Sanremo - Sezione distaccata di Ventimiglia, Francesco Crudo, accusato si stalking (lesioni e minacce) a danno della propria figlia per fatti datati 25/06 e 21/07 2011.

In apertura d'udienza un colpo di scena. Y. la figlia dell'imputato chiamata a rendere dichiarazioni sui fatti al centro della controversia (difesa dall'Avvocato L. Corbetta del Foro di Sanremo - Ventimiglia) lamentava malesseri figli della gravidanza e del trovarsi avanti agli occhi il Crudo, padre e asserito stalker secondo le accuse formulate dal Pubblico Ministero dott.ssa Raffaella Molinari.

Su richiesta della ragazza il Giudice acconsentiva un allontanamento provvisorio della medesima dall'aula.

Veniva, indi, sentito come teste Roberto Borromeo, titolare delle "Cantine del Rossese" (noto locale dell'entroterra nervino) e datore di lavoro della ragazza all'epoca dei fatti. Incalzato dall'Avvocato Corbetta costui ricostruiva i fatti del 25.06.2011: "La ragazza era fuori. D'un tratto rientrò lamentandosi ed essendo spaventata poichè era stata sfiorata dal "fuoristrada" dell'imputato che era passato radente lei medesima, a ciò erano seguite delle urla e delle minacce, di cui non ricordo il tenore.

In effetti ricordo le fattezze della autovettura che "sgommava" via ed erano simili a quelle della macchina dell'imputato che tra l'altro, posso confermare, in quei giorni passava con frequenza avanti al locale con direzione Dolceacqua. Circa l'episodio del 21.07.2011, invece, ricordo poco".

L'Avvocato Corbetta rammentava al teste come nell'immediatezza dei fatti e davanti ai Carabinieri avesse ricordato degli improperi lanciati dall'imputato in direzione della figlia. Quelli più ripetibili: "Se ti piglio stavolta ti stronco".

Terminata la deposizione del Borromeo il Giudice cercava di rintracciare unitamente all'Avvocato Corbetta la parte offesa, la quale risultava aver abbandonato definitivamente l'aula.

A questo punto il processo veniva aggiornato al 30 Maggio 2012 ore 11.30 per l'audizione di Y. Crudo parte offesa "avvisando la teste che qualora non comparisse verrà effettuato l'esame medesimo presso il domicilio o la struttura ospedaliera ove fosse ricoverata" (questo il tenore del decreto del Giudice).

L'imputato era difeso dall'Avvocato Lombardi del Foro di Genova.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo