lunedì 19 novembre 2018
24.01.2013 - REDAZIONE

Sei arresti dall'inizio dell'anno per la Polizia di Frontiera

L’anno 2013 parte in quarta per la Polizia di Frontiera di Ventimiglia che, in circa quindici giorni, ha effettuato sei arresti, due dei quali nei confronti di pregiudicati ricercati per furto.

CEVALLOS ALCIVAR Carlos Julio, ecuadoriano di 29 anni, è stato notato dal personale della Polizia di Frontiera intento ad osservare alcune villette in una zona residenziale di Latte. Fermato per un controllo documentale  è risultato  colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per evasione dagli arresti domiciliari ai quali era stato sottoposto per furto aggravato. 

L’uomo, infatti, si era introdotto in un appartamento  a Chiavari e,  dopo aver forzato una porta finestra, aveva rubato un televisore LCD, un tablet, un PC, due telefoni cellulari ed altri beni minori, e si  era poi  reso irreperibile raggiungendo questa zona dove, non si esclude, cercasse occasioni per  perpetrare altri furti.

Analogamente  evaso è  risultato  il cittadino georgiano LOBJANIDZE Mindia, di  anni 39 , rintracciato nei pressi dei Giardini Hanbury in direzione Ventimiglia,  già tratto in arresto per furto aggravato nelle province di Campobasso e Pescara, nonché per violazione alla legge sull’immigrazione clandestina.

Sotto l’alias di GIORGADZE  Gogita  è emersa una sua precedente evasione dagli arresti domiciliari disposti  il 3  u.s. dal  G.I.P. presso il Tribunale di Campobasso per il reato di furto aggravato commesso in un centro commerciale di Campobasso, dal quale aveva asportato apparecchiature elettroniche nascondendole abilmente in una borsa schermata con fogli di alluminio per eludere di dispositivi antitaccheggio.

Tratti inoltre in arresto per violazione alle Leggi sull’immigrazione clandestina:

FOFANA Mamadou,  cittadino maliano   di anni 27, controllato  presso la stazione ferroviaria di Ventimiglia all’atto del suo ingresso in territorio nazionale a bordo di treno proveniente dalla Francia; accompagnato presso gli Uffici del Settore, è stato sottoposto a rilievi fotodattiloscopici  che hanno fatto emergere - sotto l’alias di FOFANA Mohamed   nato in Guinea - un  decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Cuneo in data 05.06.2009;

COULIBADY Omar, tunisino di anni 26 e  AILUA Abdella  marocchino di anni 33, entrambi controllati  nei pressi della stazione ferroviaria  provenienti a mezzo treno  dalla Francia,   sono risultati colpiti, il primo, sotto l’alias Koloubaly Omar,  da un decreto di espulsione del Prefetto di Siracusa del gennaio 2010 e il secondo, sotto l’alias ELOQUA Abdel, da un decreto di espulsione del Prefetto di Pescara  dell’agosto 2012;

BABAY Hichem tunisino di anni 32,  è stato controllato nei pressi della zona “Ville” diretto in centro, risultato  colpito da un decreto di espulsione del Prefetto di Roma  del marzo 2012.

Tutti gli arrestati sono stati  associati alle carceri di Bussana di Sanremo.

 

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo