martedì 17 settembre 2019
01.06.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Nizza: pista "sessuale" per l'omicidio di Antonio Gori?

Le autorità francesi pur non tralasciando qualsiasi filone, paiono orientarsi sul mondo delle frequentazioni "omosessuali" del pensionato ventimigliese.

Gori è stato ritrovato cadavere con il volto fracassato dalle bastonate nei boschi della "Trinità" di Nizza lo scorso 25 Aprile. Identità sconosciuta dell'individuo.

Pochi giorni fa la svolta con la collaborazione richiesta dalla Gendarmeria nizzarda alle autorità italiane che hanno portato ad identificare il corpo massacrato in quello del pensionato di origine sarda Antonio Gori, 67 anni, molto noto nella città di confine per le sue piccole attività di costruttore edile.

Le indagini condotte in collaborazione tra le autorità francesi e la Polizia di Frontiera italiana diretta dal dottor Pier Paolo Franzone, pur non tralasciando qualsiasi canale di indagine (dai prestiti al mondo del gioco d'azzardo) paiono essersi incanalate, da qualche giorno a questa parte, nell'ambiente della prostituzione, nell'ambito cioè di coloro che, immigrati clandestini, la praticano magari in cambio di qualche favore legato all'universo dei "passeur".

Ciò non toglie che il tutto possa essere drammaticamente collegato in un vorticoso giro di prestiti, gioco d'azzardo e appunto prostituzione.

In tal senso occorre rammentare come la stessa moglie abbia lamentato che il marito negli ultimi anni stesse praticamente dilapidando la pensione con la vorticosa passione per il gioco d'azzardo. Un provvedimento del Tribunale era riuscito a mettere una "toppa" giuridica a tutela della famiglia. La pensione, in pratica, era sotto la "tutela" della consorte.

Ciò, purtroppo, non ha impedito al ventimigliese di andare incontro al proprio destino. E allora chissà che Gori non sia andato ad accumulare debiti su debiti oltreconfine, per cercare di ovviare alla "fame" di gioco d'azzardo che lo stava prendendo sempre di più. E oltreconfine la criminalità organizzata non fa sconti quando si tratta di dover far saldare, "con le buone o con le cattive", un debito via via sempre più grande.

Insomma piste che si incrociano e si intersecano rendendo ingarbugliato il lavoro degli inquirenti. 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo