lunedì 19 agosto 2019
26.03.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Genova: Francesco Caltagirone e Carlo Conti restano in carcere

Respinta poco fa, a Genova, dal Tribunale del Riesame la richiesta di scarcerazione (od in alternativa di assegnazione agli arresti domiciliari) presentata dai legali dei due arrestati eccellenti nell'ambito dell'inchiesta "Porto di Imperia".

Un week end per pensare, riflettere e valutare. Se lo sono presi nella sua interezza i magistrati genovesi che poco più di mezz'ora fa hanno "rispedito" al "mittente" le istanze di scarcerazione per Francesco Caltagirone e Carlo Conti (il primo assistito dagli Avv.ti Diodà e Moroni - il secondo dall'Avv.to Mager).

Alla base del "responso" negativo probabile sia prevalsa la paura per i magistrati che gli arrestati eccellenti dell'inchiesta imperiese (ricordiamo che i due imprenditori sono in carcere dal 5 Marzo con l'accusa di "truffa aggravata ai danni dello Stato") potessero, una volta fuori, inquinare le prove.

Si vedrà, comunque, chiaro sulle motivazioni nei prossimi giorni. C'era fiducia tra i legali e le persone vicine a Caltagirone (soprattutto), vista l'età (73 anni) e qualche problema di salute del costruttore romano. Ma i magistrati genovesi l'hanno pensata diversamente.

In questi giorni è crisi anche nelle istituzioni imperiesi: oggi, nel pomeriggio, una verifica di maggioranza attende il Sindaco Strescino che potrebbe anche azzerare la giunta e proseguire con un "governo tecnico" (e non si può tacere come la crisi sia figlia anche e soprattutto delle vicende summenzionate).

Ma soprattutto c'è un bacino portuale fermo ed inerte da quasi un mese, circa 80 lavoratori che non sanno più a che destino andranno incontro (cinquanta lavoratori dislocati sulla "Porto di Imperia", trenta su Borgo Marina).

I nuovi amministratori della società "Acquamare" (la ditta di cui Caltagirone era titolare del 33% delle quote ed impegnata nella costruzione del bacino imperiese) hanno rassicurato un po' tutti ma, probabilmente, chiederanno a breve un incontro alle istituzioni comunali e provinciali imperiesi per valutare il da farsi.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo