martedì 12 novembre 2019
21.10.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Anziana rapinata nel suo appartamento: arrestato pregiudicato

L'autore della fatto criminoso è il pluripregiudicato ventimigliese Antonello Tosi (foto). La vittima una anziana signora di Bordighera. I fatti nel dettaglio.

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Bordighera (IM) hanno arrestato in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal G.I.P. del Tribunale di Sanremo, Dott.ssa Laura Russo, su richiesta del Sost. Procuratore, Dott.ssa Antonella Politi, Tosi Leonello, 46enne, pluripregiudicato di Ventimiglia (IM), tossicodipendente.

I fatti risalgono al 22 settembre 2012, intorno alle 18.00,  quando un’88enne pensionata di Cuneo, in vacanza a Bordighera (IM), era stata aggredita all’interno del condominio di via Arziglia 67, mentre si stava accingendo ad entrare nell’ascensore. La donna nulla aveva potuto contro la furia di un uomo che, dopo averla seguita dalla fermata dell’autobus, a viso scoperto, sorprendendola alle spalle,  prima l’aveva sbattuta dentro l’ascensore e poi, dopo averla colpita più volte al volto, le aveva strappato la borsetta e, non trovando nulla di prezioso, le aveva sottratto il cellulare.

Ma non aveva fatto i conti con l’energica signora, che malgrado l’età, aveva assestato un bel colpo nelle parti intime dell’aggressore riuscendo a fuggire e a raggiungere l’abitazione di un’altra condomina, una pensionata di 84 anni di Bordighera, per chiedere aiuto. Il rapinatore, indispettito dal magro bottino e dalla reazione della vittima, invece di desistere l’aveva inseguita riuscendo a raggiungerla proprio mentre la vicina stava aprendo la porta del proprio appartamento per portarle soccorso.

Acciecato dalla rabbia  e per evitare che le due donne potessero dare l’allarme, le aveva immobilizzate e spintonate facendole cadere a terra ed aveva tentato di entrare in casa, spinto da un desiderio di rivalsa e per non tornare a casa a mani vuote.  Solo l’intervento di un'altra persona, che per caso si trovava a passare, aveva messo in fuga l’uomo che ben presto faceva perdere le proprie tracce. Le due donne, terrorizzate dalla violenta aggressione, sono state costrette a ricorrere alle cure mediche: la rapinata ha riportato alcuni ematomi e ferite al volto, con prognosi di pochi giorni,  mentre la vicina ha riportato una frattura al bacino con 30 giorni di prognosi ed ancora oggi è ricoverata in Ospedale.

Immediatamente erano scattate le ricerche dei Carabinieri, intervenuti sul posto, ma del rapinatore nessuna traccia.

Unici indizi su cui lavorare, alcuni particolari delle caratteristiche fisiche dell’uomo: molto magro, volto scavato, capelli lunghi a caschetto ed un tatuaggio tribale sull’avambraccio sinistro.

Grazie a questi elementi e ad alcune riprese del sistema di videosorveglianza di un negozio, i Carabinieri della Stazione di Bordighera hanno avviato le indagini che si sono indirizzate quasi da subito verso i tossicodipendenti della zona ed in particolare verso quelli che giornalmente si recano al Sert dell’Ospedale della città. La caparbietà dei militari, che per diversi giorni hanno svolto degli appiattamenti presso la struttura ospedaliera, è stata premiata.

Qualche giorno dopo la rapina si é presentato a ritirare la dose giornaliera di metadone, puntuale come sempre, un tossicodipendente residente nella vicina Ventimiglia,  che corrispondeva in maniera precisa alla descrizione del rapinatore, soprattutto per un particolare: un vistoso tatuaggio tribale sull’avambraccio sinistro. L’uomo identificato in Tosi Leonello, tossicodipendente, già noto per numerosi trascorsi penali per reati contro il patrimonio, armi e stupefacenti, residente a Ventimiglia, nel frattempo si era tagliato i capelli per sottrarsi a qualsiasi individuazione e pensando di averla fatta franca aveva continuato tranquillamente a frequentare la città della vittima.

Ma non aveva fatto i conti con l’implacabile perseveranza dei Carabinieri del Maresciallo Raffaele Pace, Comandante della Stazione. Dopo il riconoscimento fotografico formalizzato dalle vittime e dai testimoni, ieri pomeriggio, i militari lo hanno aspettato al Sert di Bordighera e lo hanno arrestato su ordine del G.I.P. di Sanremo.

L’arrestato si trova adesso ristretto presso la Casa Circondariale di Sanremo e deve rispondere di rapina, violazione di domicilio e lesioni aggravate.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo