sabato 17 agosto 2019
14.11.2011 - VIVIANA SPADA

Chiropratica: una scienza antica

Benessere per la schiena e per la salute di tutto il corpo

Cenni Storici

Questa tecnica è praticata in Italia da oltre cinquant’anni, ma le sue origini sono molto più lontane nel tempo. Già 4000 anni fa in Cina erano praticati aggiustamenti spinali; anticamente in India lo yoga sviluppò il sistema dei suoi esercizi concentrando l’attenzione sul mantenimento della flessibilità della spina dorsale; in Giappone le donne camminavano sulla schiena di coloro che soffrivano di diverse malattie e nelle Hawaii era addirittura in uso la manipolazione vertebrale denominata Iomi-Iomi usata sulle persone malate. Più vicino a noi, il Padre della Medicina, Ippocrate, aveva intuito che i problemi della spina dorsale avevano una stretta relazione con lo stato di salute generale.
Il primo che si ritiene abbia praticato un aggiustamento spinale in stile chiropratico è stato Galeno, vissuto a Roma qualche secolo dopo Ippocrate, il quale curò da una paralisi alle dita il suo discepolo Eudemo pizzicandogli alcuni nervi sul collo e praticandogli poi un aggiustamento.

I principi della chiropratica

Secondo la Chiropratica all’interno di ciascuno esiste un’intelligenza innata che non soltanto lo fa vivere, ma lo coordina, rigenera, rinnova, potenzia e, soprattutto, lo risana. Ovviamente, il principale sistema che sovrintende a questa intelligenza è quello nervoso e quindi ogni sua alterazione (in particolare nella spina dorsale) provoca blocchi che ne inibiscono e irrigidiscono l’espressione. Ne deriva quindi che, secondo i praticanti di questa tecnica, a ogni posizione dorsale, ovvero la cervicale, la toracica e la lombare, corrispondono le vertebre che soprintendono le zone corrispondenti a organi ben precisi (per esempio, nella cervicale: occhi, guance, naso, labbra, bocca, e via dicendo; nella toracica: fegato, stomaco, reni, cuore, eccetera; nella lombare: appendice, genitali, gambe, e così via); ciascun’alterazione vertebrale è responsabile dei molteplici disturbi di salute che affliggono ogni essere umano.

Come cura il Chiropratico

L’esame cui è sottoposta la persona sofferente è, in primo luogo, un’accurata osservazione della postura di spalle, testa e fianchi, in seguito alla quale il chiropratico compilerà una scheda personalizzata del paziente. In seguito si preoccuperà di evidenziare il preciso punto in cui la spina dorsale si discosta dall’allineamento corretto e quindi procederà a una forma di diagnosi computerizzata e all’esame (ove siano presenti fasi di degenerazione) delle lastre radiografiche; dopo aver stabilito una precisa analisi, il medico procederà all’aggiustamento.
Naturalmente ogni caso è un caso a sé stante e, di conseguenza, solo un esperto potrà valutare se e di quante cure il paziente avrà bisogno; meglio, quindi, rivolgersi sempre a professionisti qualificati.

Per ulteriori notizie, informazioni, consulenze, seminari
ASSOCIAZIONE ITALIANA CHIROPRATICI
Via Brigata Liguria, 1/20 - 16121 GENOVA
Tel. 010 5533036 - Fax 010 5848607

Numero Verde 800 017806



Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo